Periodico d'informazione e cultura. .


>Indice N.2
Editoriale
L'addio alla Scuola di Sport: intervista a Carlo Devoti
Cosa dice l'Amministraziione Comunale sulla Scuola di Sport
L'asilo nido di Bedonia: un po' di chiarezza
La casa protetta di Bedonia
Il futuro del castello di Compiano
Progetto di riqualificazione del centro storico di Bedonia
Approfondimenti sul piano regolatore di Bedonia
Il Simposio Internazionale di Scultura
Volevamo parlare della Comunità Montana, ma...
Studiare le proprie radici
Preoccupante calo della popolazione
Lettera al direttore
Piccolo vocabolario del nostro dialetto
A mé Pieve
Una ricetta: tagliatelle con gli spinaroli

UN PO' DI CHIAREZZA SULL'ASILO NIDO DI BEDONIA
di Claudio Agazzi


Abbiamo chiesto all'Assessore Granelli di chiarirci come si è arrivati ad avere un asilo nido a Bedonia e soprattutto gli abbiamo chiesto come mai i costi del servizio sono così alti. Ecco la risposta:

L'idea di aprire un asilo nido a Bedonia è nata nel Settembre-Ottobre del 2000 da un incontro avuto dall'Amministrazione con la Cooperativa Aurora, per discutere su un'eventuale futura gestione del Centro Diurno e degli appartamenti protetti siti in Via Piave, in quella sede, discutendo del disagio e delle problematiche degli anziani in montagna, emerse anche il problema dei bambini in età pre-scuola materna. Un rappresentante della Cooperativa ci formulò una proposta di sperimentazione di un asilo nido a Bedonia.

Sondata l'entità dell'utenza, decidemmo di lanciarci in questa avventura forse precipitosamente, non considerando in pieno gli aspetti economici ma fidandoci di una valutazione superficiale, presi dell'euforia del progetto e dall'ambizione di creare in un paese di montagna un servizio prima impensabile. Abbiamo così stilato una convenzione con la Cooperativa Aurora come gestore del servizio e con un intervento economico nostro a sostegno dell'iniziativa e finalizzato a calmierare le rette per le famiglie.

L'apertura è avvenuta nell'Aprile 2001 e per i primi tre mesi i locali erano presso la palestra poliscolastica di Via Deledda; i bambini presenti in quel periodo erano 5-6. Nel settembre 2001 l'asilo nido si è poi trasferito presso l'edificio dell'ex scuola materna parrocchiale, di proprietà della "Fondazione Bellentani", attraverso il pagamento di un canone di affitto ed un intervento urgente sulle strutture per un adeguamento alle normative di sicurezza e degli spazi a parametro, spese interamente sostenute dalla Cooperativa Aurora.

L'intervento economico del Comune di Bedonia da aprile a dicembre è stato di 20.000.000 di Lire, finalizzati soprattutto all'abbassamento delle rette. Nel dicembre 2001, da un'analisi più approfondita degli investimenti fatti e dalle spese di gestione emerse nel periodo di apertura risultava purtroppo che la situazione economica era difficilmente sostenibile e bisognava inventarsi soluzioni diverse per continuare. Nel periodo successivo la Cooperativa è stata così costretta ad aumentare in parte le rette nonostante un intervento previsto a Bilancio da parte del Comune di lire 75.000.000 per l'anno 2002.

L'aumento delle rette ha sicuramente frenato l'iscrizione di nuovi bambini bloccandosi a circa 11 presenze; con un adeguamento delle rette a circa lire 700.000, l'utenza avrebbe un incremento di 6-7 bambini che ci consentirebbe di raggiungere il numero di presenze inizialmente previste. Nonostante una situazione economica difficile, esiste una convenzione che ci vincola a fornire e garantire il servizio sino alla data del 31/12/2002.

In questi ultimi mesi l'Amministrazione Comunale, nell'intento di continuare questa esperienza anche dopo il termine ultimo del 31/12/2002, ha cercato di trovare soluzioni alternative, sia logistiche che di gestione per fornire questo servizio alle famiglie, ad una spesa non superiore a lire 700.000. Il progetto futuro è di gestire direttamente l'asilo nido e di trasferirlo nei locali individuati presso la scuola media statale "G.Agazzi" permettendoci di abbassare i costi (affitto, ammortamenti, spese di riscaldamento, luce e gas) che sono ammortizzabili sulla scuola media.

Da una prima analisi non sono previste grandi spese di adeguamento in quanto abbiamo appena concluso un progetto di adeguamento di tali locali.
Parallelamente a queste variazioni c'è allo studio, insieme al Comune di Borgo Val di Taro, la creazione di un servizio integrato dei nostri due asili nido, con la prospettiva di un allargamento di tale servizio agli altri tre Comuni dell'Alta Valtaro, Albareto, Compiano, Tornolo. Saremo in grado di fornire una risposta definitiva a tali quesiti entro la fine di aprile; ci sono già oggi i presupposti per cui si può logicamente dichiarare che l'asilo nido continuerà con questa nuova formula anche dopo il 31/12/2002. Si può oggettivamente pensare che lo spostamento dell'asilo nei nuovi locali avverrà a partire dal mese di settembre 2002.

Verranno tempestivamente informate le famiglie sulle nuove modalità del servizio che avrà come primo nostro intendimento l'abbassamento dei costi rispetto ad ora. Voglio ringraziare la Cooperativa Aurora che con grande serietà, trasparenza e professionalità ha gestito e gestisce il nido tra tante difficoltà. Un grazie anche alle educatrici per il loro impegno profuso, e per quello che hanno fatto nel periodo precedente l'apertura che le ha viste insieme a mariti ed amici lavorare in prima persona all'allestimento ed alla ristrutturazione dei locali della Fondazione, un grazie sincero nella speranza che questa collaborazione possa continuare anche con l'introduzione della nuova formula di gestione. Un grazie anche alla Fondazione Bellentani che ci ha permesso di iniziare e di sperimentare questa avventura che purtroppo e con rammarico, ma per motivi oggettivamente economici ci obbliga al trasferimento in altra sede.


^ top ^


<< Torna alla homepage

>Forum
Partecipa al forum interagendo con altre persone esprimendo pareri ed idee inerenti al tuo paese.

>Downloads
In questa pagina avrete accesso ai numeri de "Il Mio Paese" in formato .pdf da scaricare e fondi scrivania con le vedute delle zone di Bedonia, Compiano, Tornolo.

>Contatti
Vuoi dirci la tua? Un suggerimento? Una critica? Non esitare a scrivere alla nostra redazione.

>Pubblicità
Contattaci se vuoi contribuire alla crescita de "Il Mio Paese" e nel frattempo utilizzarlo come veicolo pubblicitario per la tua impresa.

>Vuoi ricevere la rivista?
Voi ricevere Il Mio Paese per posta? Scrivici!
www.ilmiopaese.info